Tiro a segno Barcellona, al City non si tira in porta



ROMA – Barcellona primo tra i top club per tiri in porta, Manchester City domina nel possesso palla, la Juventus che concede poco più di due tiri a partita nello specchio. A poche ore dalla ripresa dei tornei dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, il Cies Observatory fotografa le tendenze con alcuni dati sulla prima fetta di stagione in 35 tornei del Vecchio Continente (cifre aggiornate al 20 novembre), dalle conclusioni in porta effettuate e concesse, possesso palla e percentuale di realizzazione dei passaggi. Con tanto Barcellona (anche in negativo, come per i tiri concessi agli avversari in Liga) e Manchester City, mentre il bilancio è positivo per la Juventus.
 
IL PALLOTTOLIERE BLAUGRANA – Secondo l'analisi del Cies Messi e compagni arrivano a tirare in porta (nello specchio) più di tutte, tra le squadre dei top cinque tornei europei, con 8,1 conclusioni in media a gara. In verità, il primato assoluto spetta al duo olandese Ajax (9,1) e Psv Eindhoven (8,8), forse la prova della relativa competitività della Eredivisie. Tra i top club, dopo il Barça, ecco altre bocche di fuoco come il Manchester City (8 tiri in porta a gara), poi il Psg (7,5), poi arriva la Juventus, 6,7. In Serie A poi c'è il Napoli, mentre per Chievo Verona (2,6) e Frosinone (2,7) con queste medie è assai complicato andare a rete.
 
SARACINESCA CITIZENS, BENE LA JUVE, MALE LE SPAGNOLE – Appena 1,8 tiri concessi nello specchio agli avversari, il tiki taka all'inglese del Manchester City porta dividendi anche in fase difensiva. Solo la Dinamo Zagabria (1,6) fa meglio in Europa. Tra i club che sognano di vincere la Champions League, difendono bene il Bayern Monaco e la Juventus (2,5 tiri concessi in media), Liverpool (2,6), in media il Psg (3,5), mentre tanti rischi per il Real Madrid (3,9) e Barcellona (4,6). Nel torneo italiano oltre ai bianconeri concede poco (dopo un avvio difficoltoso contro Lazio e Milan) il Napoli, 3,3 tiri nello specchio a gara, poi Atalanta e Fiorentina (3,5 tiri), sino a Milan (3,7) e Inter, 3,9, con il Chievo Verona che si vede tirare in porta 6,4 tiri in media a gara. 
 
PALLA A PEP, POI BAYERN, SARRI E MESSI –  Nel possesso palla c'è solo la Shakthar Donestsk (assai stimato da Guardiola) con 67% del possesso palla davanti al Manchester City del catalano, a 66,8%. Poi ecco il Bayern Monaco a 64,9%, davanti al Chelsea di Sarri (64,6%) e il Barcellona, 64,4%. In Serie A, Juve a 61,4%, poi Inter a 56,5% dei minuti giocati, poi il Napoli a 54,9%. Mentre nella precisione dei passaggi, il marchio Sarri a Stamford Bridge è testimoniato dalla cifre: Chelsea primo con l'89,9%, davanti al Barcellona, docente sulla materia da anni, con l'89,6%. A seguire, i Citizens di Guardiola con l'89,2%, poi ecco il Real Madrid, il Psg, poi tra i top team ecco la Juventus, 88,1%. Nel campionato italiano, alle spalle dei bianconeri sbagliano pochi appoggi il Milan (87,7%), il Napoli (87,3%) e il Sassuolo (87,2%), Mentre il Parma (78,7%) presenta il dato peggiore, anche per le caratteristiche tecniche degli emiliani, poco fraseggio, contropiede ed esterni che puntano alla porta.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:. Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi Sostieni il giornalismo Abbonati a Repubblica

© Riproduzione riservata